SCOPRI LA MAREMMA

Vacanze sull’isola d’Elba

Vacanze sull’isola d’Elba

Il vostro viaggio alla scoperta dell’isola d’Elba emozioni uniche e natura incontaminata, spiagge incantate e un mare spettacolare

isola d'elba
Spiaggia di Fetovia – Isola d’Elba

L’isola d’Elba la più grande isola dell’arcipelago toscano

Con i suo 147 chilometri di costa offre ai suoi visitatori una varietà di spiagge e paesaggi. Si va dalle spiagge di sabbia dorata a quelle di sabbia nera, altre di bianchissimi ciottoli sino alle scogliere di granito. Tutte circondate da un mare color smeraldo e da fondali di incredibile bellezza e interesse naturalistico, protetti e tutelati per preservarne integrità e biodiversità.

L’entroterra è caratterizzato dalla tipica vegetazione mediterranea dominato dalla sempre verde macchia mediterranea ed abitata da numerose specie di uccelli tra cui il gabbiano, l’aquila, il falco, il gufo, la civetta, l’allocco e tanti altri, un vero paradiso per appassionati e studiosi.

Visitare l’isola immersi nella natura

L’isola d’Elba non solo è la più grande isola dell’arcipelago toscano ma è anche la più popolata e la più turistica delle sette isole. Si raggiunge facilmente dal porto di Piombino, diversi sono i porti di attracco e la sua eterogeneità di paesaggi lascia libero il visitatore di scegliere quello che è più in sintonia con la sua idea di vacanza.

Molte sono le attività sportive che si possono praticare dall’intramontabile e mai banale bici, con percorsi segnalati costellati di punti panoramici da cui godere di scorci meravigliosi. Per gli amanti degli sport acquatici è possibile fare immersioni in profondità o a pelo d’acqua e nuotare in compagnia dei colorati pesci che abitano numerosi questo spettacolare tratto di mare.

È anche possibile provare l’emozione di fare surf e windsurf, per esperti e per principianti divertimento assicurato. Per i più temerari è possibile sfidare le acque impetuose dei torrenti rocciosi in kayak. Questo e tanto altro offre l’isola d’Elba.

L’isola dell’esilio di Napoleone

La storia dell’isola si perde nella notte dei tempi abitata già dai Fenici e dagli Etruschi che ne fecero un importante centro di estrazione di minerali e lavorazione del ferro. Passata sotto diverse dominazione dai Romani, ai Genovesi, dai Fiorentini, agli Spagnoli, ai Francesi, agli Inglesi, ogni civiltà ha lasciato il segno del suo passaggio e questi sono tutt’ora visibili.

L’ospite più illustre dell’isola è stato sicuramente Napoleone dove qui fu esiliato dopo la sconfitta e dove pur rimanendo per un breve periodo, circa dieci mesi, lasciò dei segni indelebili nella storia dell’isola. Ora sono visitabili i Musei delle Residenze Napoleoniche, la Villa dei Mulini e la Villa San Martino dove soggiornò.

A lui si deve anche la costruzione dello splendido Teatro dei Vigilanti, ancora oggi attivo e funzionate continua ad ospitare un ricco cartellone di spettacoli.

Potrebbero interessarti

  • Castiglione – TirliCastiglione – Tirli Pineta, macchia, campo podere, collina, mare. Percorrere in macchina, in moto, in bicicletta le strade della maremma fa sentire un po' in America, un ...
  • Diaccia Botrona: 10 anni di censimentiDiaccia Botrona: 10 anni di censimenti Un censimento generale per festeggiare i 10 anni di censimenti sugli uccelli che nidificano nella riserva palustre della Diaccia Botrona, tesoro della...
  • Cantine Aperte 2016: un week end all’insegna del vino, delle vespe e dei sigariCantine Aperte 2016: un week end all’insegna del vino, delle vespe e dei sigari Saranno sette le cantine maremmane che parteciperanno alla 24° edizione di Cantine aperte, sabato 28 e domenica 29 maggio. Questo weekend Sali in se...
  • Palio Marinaro dell’Argentario 75° edizionePalio Marinaro dell’Argentario 75° edizione PORTO SANTO STEFANO – Entra nel vivo la sera di venerdì 12 agosto l’atmosfera del 75° Palio Marinaro dell’Argentario. I giorni più “caldi...
  • In bici a Cala ViolinaIn bici a Cala Violina C’è chi non si è lasciato spaventare dalle temperature rigide dei giorni appena trascorsi e che, per inaugurare il nuovo anno, ha deciso di intrap...
  • Santa Caterina e l’antico rito del fuocoSanta Caterina e l’antico rito del fuoco Il 24 novembre, a Santa Caterina, frazione del comune di Roccalbegna, si celebra la vigilia del martirio della santa da cui il borgo prende il nome. D...
  • Gli altri borghi della MaremmaGli altri borghi della Maremma Qui di seguito troverete un elenco aggiornato degli altri borghi della Maremma: Roccastrada Campagnatico Castel del Piano Arcidosso ...
  • VivamusVivamus Manciano Municipality plans an event, which engages all of its communities and all of its territory during the summer. Its promoters want to celebrate...


X