• it
SCOPRI LA MAREMMA

Città di Cosa

Città di Cosa

La città di Cosa sorge sulla costa del Mar Tirreno su un promontorio roccioso dove oggi si trova Ansedonia. La città venne costruita dai Romani nel 273 a.C., dopo la sconfitta delle forze alleate delle città etrusche di Volsinii e di Vulci, in una posizione strategica che la rese ben presto un importante centro economico e commerciale.
Della struttura originaria rimangono alcuni ruderi di antiche costruzioni il Foro, le Mura, e il Tempio di Giove.
Il nome deriva da quello più antico di Cusi o Cusia, un piccolo centro etrusco che sorgeva dove ora si trova Orbetello.

Un viaggio nel tempo

La Città di Cosa, antico sito archeologico all’aperto, visitabile tutto l’anno, è una delle attrazioni più suggestive intorno ad Ansedonia.
Il centro abitato era circondato da mura, ancora oggi ben conservate, lunghe 1.5 km con tre porte di accesso e diciotto torri di cui una circolare.
La visita nell’area archeologica inizia proprio dalla porta Fiorentina (nord Ovest), attraverso un sentiero sterrato che in origine attraversava la parte della città destinata alle abitazioni dei coloni. Lungo il percorso si può sostare presso la casa dello scheletro, così chiamata per la scoperta di uno scheletro nella cisterna ed ammirare il complesso delle terme riportate alla luce solo parzialmente.
Proseguendo si incontra la casa di Quintus Flavius sulla cui pianta originaria sorge il Museo Archeologico Nazionale di Cosa, dove sono conservate le decorazioni provenienti dai templi dell’acropoli, manufatti in ceramica, oggetti in metallo e in avorio reperiti dalle abitazioni della città antica.

Il Forum e l’Acropoli

L’area del foro e quella dell’acropoli sono ben visibili ancora oggi.
Sul foro, cui si accedeva da un arco di cui si conserva il basamento, si affacciavano gli edifici commerciali Atria, la basilica di cui restano ben sedici colonne ed il complesso della Curia Comitium con la gradinata circolare ed il carcere.
L’acropoli o arce, invece, protetta da una sua propria cinta muraria, ospitava il principale luogo di culto della città, il Capitolium.

Lo Spacco della Regina e la Tagliata

Ai piedi del promontorio in cui sorgeva la colonia fu costruito il porto della città: Portus Cosanus di cui è ancora possibile osservare i resti semisommersi dal mare.
Tagliata-cosaTutta l’area circostante il porto fu attrezzata con imponenti infrastrutture, finalizzate alla creazione di un ricovero sicuro per le imbarcazioni. Per evitare l’insabbiamento del porto stesso e della laguna alle spalle in una prima fase fu utilizzata la forza delle correnti d’un emissario della laguna e d’una grande fenditura naturale della roccia, denominata “Spacco della Regina”.
In seguito, lo” Spacco della Regina”, fu sostituito da un’opera artificiale, oggi denominata “La Tagliata”: un canale scavato nella roccia, per un percorso di circa 80 m. Il flusso delle acque veniva regolato mediante paratie di legno, in modo che la corrente spazzasse via i detriti.
Questa magnifica opera di ingegneria idraulica si può osservare, ancora oggi, dalla scalinata che costeggia il promontorio.

Come arrivare alla Città di Cosa

Per chi viene da Grosseto percorrendo l’Aurelia si consiglia la prima uscita per Ansedonia; la seconda uscita per Ansedonia per chi viaggia in direzione Grosseto provenendo da Roma.
Si prosegue sempre dritto fino a superare il cavalcavia della ferrovia, girando quindi a sinistra. Si svolta nuovamente a sinistra in via delle Mimose lasciando a destra la strada comunale di Ansedonia. Si svolta ancora a sinistra in via delle Ginestre fino ad incontrare la strada sterrata che conduce al parcheggio dell’area Archeologica.

Potrebbero interessarti



Città di Cosa, rassegna dai media locali


  • Vincenzo Fornino ribadisce l’appoggio alla lista civica Meloni Sindaco
    "Ormai da mesi insieme a Simone Meloni abbiamo intrapreso un percorso di programmazione e progettazione per la nuova amministrazione di Portoferraio. Non siamo certo a rinnegare le scelte fatte fin qui ma ora riteniamo sia il tempo di cambiare. Per cambiare è necessario che si presenti un nuovo gruppo dove ... Leggi tutto
    Fonte: tenews.itPubblicato il 18-04-2019
  • Il consiglio sul bilancio durante il giovedì santo fa infuriare le minoranze
    PISTOIA. Metti un lunghissimo ponte tra una festa e l’altra, che s’inoltra fino a maggio. Aggiungici un consiglio comunale indispensabile per discutere il bilancio consuntivo, che per legge deve essere approvato entro fine mese. Il connubio a Pistoia è problematico e fonte di feroci polemiche politiche. Sì, perché la ... Leggi tutto
    Fonte: iltirreno.it – Piombino notiziePubblicato il 17-04-2019
  • Accessibilità turistica, monitoraggio a Piombino
    PIOMBiNO. Un progetto per favorire un’accoglienza turistica aperta a tutti, anche alle persone con disabilità motoria e sensoriale che allo stato attuale trovano difficoltà nel reperire informazioni attendibili sull’accessibilità delle strutture e sulla fruibilità degli spazi, dei servizi turistici e di quelli sportivi.. Il Comune di Piombino aderisce dunque al ... Leggi tutto
    Fonte: iltirreno.it – Piombino notiziePubblicato il 17-04-2019
  • La tartaruga torna a nuotare: il centro recupero “decolla”
    TALAMONE. Olivastra la tartaruga è stata liberata in mare dalla spiaggia del Bagno delle donne a Talamone. Era stata soccorsa nell’ottobre 2018 quando fu trovata avvolta nel filo di nylon per la pesca e in condizioni critiche. Sono più di 130 mila le tartarughe che ogni anno rimangono vittime ... Leggi tutto
    Fonte: iltirreno.it – Piombino notiziePubblicato il 17-04-2019
  • I Mc Donald’s di piazza Grande e Stagno cercano 5 addetti
    LIVORNO. Anche la grande famiglia targata McDonald’s di Livorno è alla ricerca di personale. Sia nella sede di piazza Grande, nel cuore del centro cittadino, che in quella di Stagno, in via Aurelia 33. In totale si cercano 5 addetti: è il direttore Roberto Creati a spiegare ... Leggi tutto
    Fonte: iltirreno.it – Piombino notiziePubblicato il 17-04-2019
  • I ricordi lucchesi di Prodi: «Con Chirac innamorato della città»
    Non un trattato di geopolitica, ma qualcosa di più semplice, e forse anche per questo molto più incisivo nel descrivere l’orrore dei conflitti. Una sorta di diario, il racconto di quanto visto in uno degli scenari di guerra (uno dei tanti purtroppo) del nostro martoriato pianeta. Questo è ... Leggi tutto
    Fonte: iltirreno.it – Grosseto notiziePubblicato il 16-04-2019
  • Anniversario V° Centenario della nascita di Cosimo I del Medici
    Il comitato organizzatore delle Celebrazioni del V° Centenario della nascita di Cosimo I de’ Medici – costituitosi lo scorso febbraio su iniziativa del Comune di Portoferraio – illustrerà giovedì 18 aprile, alle ore 11, presso la Sala consiliare del Palazzo della Biscotteria, il fitto programma di iniziative approntato in occasione ... Leggi tutto
    Fonte: tenews.itPubblicato il 16-04-2019
  • L’anticoncezionale non funziona: i piccioni ora sono un’emergenza
    Deiezioni corrosive sulle mura e gli edifici storici, cimitero perennemente sporco: il Comune di Cittadella costretto a correre ai ripari ... Leggi tutto
    Fonte: iltirreno.it – Piombino notiziePubblicato il 16-04-2019
  • Cimitero urbano situazione al limite: non ancora partiti i lavori alle arcate
    Dovrebbe iniziare entro la fine dell’anno la prima fase dei lavori - quella più urgente - per il restauro delle arcate sui lati nord e sud del cimitero urbano di Lucca. Ovvero le parti storiche del complesso monumentale chiuse a causa di crolli e per motivi di sicurezza ... Leggi tutto
    Fonte: iltirreno.it – Grosseto notiziePubblicato il 15-04-2019

Città di Cosa - i video


X